mercoledì 23 luglio 2008

La sciabola da sommelier...

...è un oggetto che stuzzica la curiosità.

O forse è un oggetto di cui si parla poco in giro, per cui chi cerca informazioni viene a finire qui sul mio blog, più per sbaglio che per intenzione.

Allora, siccome comprendo bene per averlo vissuto in prima persona lo stupore e la curiosità di fronte a questo oggetto, vedo di aggiungere qualche breve informazione per i curiosi e qualche link per chi volesse approfondire ulteriormente.

La sciabola da sommelier che ho visto io è piuttosto corta e tozza. Ha un lama pesante e non affilata: invece del taglio ha un bordo squadrato, come sul dorso. Era molto simile a questa:

l'oggetto misterioso!

La si usa dando un colpo secco sul collo della bottiglia, in corrispondenza del rigonfiamento di vetro (il "cercine") che sta alla base del tappo, facendolo saltar via per intero.
Il colpo va dato "scivolando" lungo il collo della bottiglia, in modo da prendere il cercine "da sotto".
Non c'è il problema dei frammenti di vetro perché, se il colpo è dato bene, il vetro si spacca seguendo il bordo inferiore del cercine con un unico taglio netto. Altro particolare importante per una corretta rottura del collo è la temperatura della bottiglia, che deve essere di circa 5° C.
C'è anche chi sostiene che sia la schiuma, fuoriuscendo a spruzzo, a portar via gli eventuali frammenti di vetro residui, ma non mi sembra un'argomentazione convincente.

Mi piacerebbe poter ringraziare per queste informazioni il gentilissimo signore di Scarperia nel cui negozio abbiamo soggiornato per circa un'ora, fra stupori e meraviglie varie. Siccome Furcio dovrebbe ricordarselo bene (come va il portafoglio? Piange ancora? ;) ), magari potrebbe farne il nome fra i commenti.

Fra l'altro, non è che sia un oggetto particolarmente costoso. Cliccando sull'immagine potrete vistare un negozio online che le vende. Non ricordo esattamente il prezzo di quella che abbiamo visto a Scarperia, ma mi pare che fosse analogo... tenete presente che un buon coltello da cucina di fabbricazione artigianale può costare altrettanto o poco meno!

Sul sito lesabredor.fr, oltre a respirare il clima mitologico che si accompagna a questa pratica (che va sotto il nome ufficiale di sabrage), potrete anche vedere una animazione che descrive l'elegante gesto (nel menu di destra cliccate su "divers", poi su "le sabrage"). Nella stessa pagina è disponibile anche un filmato.
Se infine andate su YouTube e digitate la chiave di ricerca "sciabolata" o "sciabolare" ne trovate un cesto e una sporta. Io vi consiglio in particolare questa e questa perché dimostrano che alla fine non è necessario un grande sforzo e neanche una grande lama per ottenere il giusto risultato.


Alla salute! :)

6 commenti:

Zio Oicruf ha detto...

il negozio e' quello dei fratelli consigli, il terzo per importanza a scarperia, dopo Berti e Saladino.
Il prezzo non lo ricordo assolutamente, dopo le spese entro in una specie di blocco mentale immune a qualsivoglia stimolo esterno ke possa anke vagamente portare ad un esborso ulteriore di danari :)
in ogni caso,il consiglio dello zio Oicruf in queste occasioni e' : non entrare e comprare qualcosa nel primo negozio ke si vede :)

Lys ha detto...

E il consiglio seguente è: non seguire pedissequamente chi invece lo fa! ;)

Claudia ha detto...

Bella la sciabola e divertente se il colpo è un po' lungo e provoca qualche fuoriuscita di sangue. Mi piace l'idea del ristorante con possibile decapitazione del cliente.

Lys ha detto...

Questo tuo lato sadico mi mancava... :)
E poi come la mettiamo con i controlli dell'ASL? Decapitiamo solo clienti certificati ;)))

Gino Lucrezi ha detto...

Da buon schermidore non posso che apprezzare!

Anonimo ha detto...

Per chi fosse interessato la sciabola da sommelier si può acquistare qui WWW.LORENZIMILANO.IT.
Ciao a tutti....